Despar racconta la storia del fornitore Centrale del Latte del Molise: una “buona” storia di famiglia e territorio

La storia della Centrale del Latte del Molise, caseificio fondato nel 1963, è legata a doppio filo a due parole: famiglia e Molise.

Famiglia perché l’azienda è stata fondata, gestita ed è ancora oggi per intero di proprietà della famiglia Sassano. È il papà Nicola ad avviare l’attività, tornato in Molise dopo essere emigrato come tanti uomini del Sud Italia. Sono gli anni, come racconta lui stesso, in cui si andava con l’asino o con la bicicletta a raccogliere il latte nelle campagne per fare le mozzarelle. Ancora oggi si alza prestissimo per andare al caseificio, benché abbia da tempo consegnato la guida dell’attività al figlio Francesco che, con l’aiuto anche della sorella Concetta, ha trasformato il piccolo caseificio alle porte di Campobasso in un grande e moderno stabilimento, che impiega oltre 100 addetti.

Una buona storia di famiglia, fatta di impegno e sacrificio, ma anche di coraggio e capacità imprenditoriali. Anche perché l’unico stabilimento della famiglia Sassano ha sede a Vinchiaturo, in Molise, una terra bellissima ma lontana dalle grandi vie di comunicazione e in cui “fare impresa” è una sfida quantomeno audace.

Il Molise, regione ricca di pascoli e tradizioni legate all’agricoltura e all’allevamento, rappresenta ancora oggi per l’azienda la principale fonte di approvvigionamento della materia prima. Un indotto di circa 50 allevatori conferisce un latte di altissima qualità, che rappresenta circa il 30% della produzione regionale e che fa dell’azienda un protagonista importantissimo della filiera casearia regionale. Le politiche di approvvigionamento sono da sempre ispirate agli stessi valori che guidano l’attività di impresa: selezione attenta, controllo, supporto e costruzione di solidi rapporti di partnership, in cui è necessario garantire a ognuno la giusta marginalità.

Dall’amore per le proprie radici e per la propria terra, la famiglia Sassano ha imparato a coniugare l’attività imprenditoriale con il rispetto per la natura e una grande attenzione all’ambiente. Parte così nel 2019 un grande piano di investimenti finalizzato a ridurre l’impatto ambientale della produzione di latticini e a rinnovare ed ampliare l’intera fabbrica. Recependo gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile, l’azienda si propone di ridurre entro il 2022 almeno del 40% i consumi di energia necessari per produrre un chilogrammo di mozzarella. Grazie a un sistema integrato di tecnologie oggi il siero, principale sottoprodotto della lavorazione casearia, viene concentrato e destinato a produrre biogas, attraverso un digestore. Il biogas alimenta un cogeneratore che produce già oltre il 50% dell’energia elettrica destinata allo stabilimento e il 20% di gas naturale. Si stima che, grazie a questo sistema, nel 2021 siano state immesse in atmosfera 900 tonnellate di CO2 in meno, a fronte di un aumento del 15% della capacità produttiva. La valorizzazione del siero consente anche di produrre acqua necessaria per i lavaggi quotidiani degli impianti di produzione: a Vinchiaturo sanno bene che igiene e qualità del prodotto finito, in un caseificio, rappresentano un binomio inscindibile.

Ma c’è anche un altro fronte legato alla produzione sostenibile sul quale il caseificio Sassano è fortemente impegnato: la riduzione del consumo di plastica utilizzata per il confezionamento dei prodotti freschi. Entro il 2022 si porterà a termine la riprogettazione del processo produttivo che consentirà di ridurre la grammatura e le dimensioni della confezione “bustone” (3×100 g e 3×125 g di fiordilatte). Continuando a garantire protezione e conservazione del prodotto per il consumatore finale, il consumo di imballaggio diminuirà del 30% su base annua.

Negli ultimi dieci anni l’azienda ha raddoppiato il suo fatturato, raggiungendo i 36 milioni di euro nel 2021: qualità della materia prima, sostenibilità ambientale, sicurezza alimentare i driver che continueranno a guidarla nel prossimo futuro e a portare sulle tavole italiane il vero sapore e la qualità dei latticini molisani.

È così che dalla Centrale del Latte Molise, dove vengono prodotte ogni giorno, le specialità casearie arrivano freschissime nei banchi del tuo supermercato di fiducia. Sei curioso di provarle? Le trovi a marchio Despar, Despar Premium e Despar Free From (senza lattosio)

 

Di Vita magazine dicembre