Benvenuta primavera con il nuovo numero di Di Vita magazine

“Ci sono scelte in grado di fare la differenza, scelte capaci di orientare, forse anche di cambiare il futuro, scelte di valore. Non servono gesti eroici, servono piccole azioni – semplici, quotidiane e preziose – come prendersi cura di quello che ci circonda, della Terra in cui viviamo, della Terra che SIAMO noi.”

Così si apre il nuovo numero del Di Vita magazine di marzo, invitando i lettori ad abbracciare le proprie responsabilità in vista di un obiettivo più alto, quello di un mondo sempre più sostenibile. Il Di Vita magazine è ormai da 14 anni lo spazio in cui scoprire azioni e scelte più buone e giuste, lo strumento che ispira ad adottare stili di vita sani e consapevoli e a intraprendere azioni più responsabili.

La squadra di questa edizione è composta dal grande divulgatore Oscar di Montigny, che racconta i cambiamenti portati dall’entrata nella Costituzione Italiana della tutela dell’ambiente e della biodiversità: una novità che sprona a riflettere sul proprio stile di vita per individuare quelle abitudini che maggiormente generano un impatto negativo sul clima. 

Gli chef Stefano Polato e Mattia Borroni che, attraverso le loro ricette e i tanti prodotti delle nostre linee a marchio consigliati, accompagnano i lettori verso una cucina più attenta a ridurre gli sprechi e a salvaguardare la salute, così come quella del nostro Pianeta. A comprendere e interpretare al meglio i significati e le scelte che si nascondono dietro l’alimentazione ci pensa il dottor Edoardo Mocini, con il suo articolo sulle eccezioni all’interno di una dieta.

Come sempre sarà presente uno spazio dedicato ai bambini e alla crescita personale introdotto dalle letture della scrittrice Michela Caputo. Infine, non potranno mancare le numerose ricette e una proposta di menù di Pasqua, rese ancora più gustose e colorate attraverso gli scatti di Roberto Sammartini

Questo è il nuovo Di Vita magazine di marzo. Sfoglialo online oppure ritira la tua copia gratuita nei punti vendita Despar, Eurospar e Interspar.